Di seguito i pochi, semplici passi per “aggregare” le schede ethernet secondo il meccanismo di bonding (teaming per windows), ovvero gestire una o più schede ethernet fisiche tramite un unico device logico, come ad esempio /dev/bond0.

Per prima cosa ….. un server pinguino, nel mio caso si tratta di Ubuntu 8.04 🙂

Quello che serve è istallare un package e un pò di righe di configurazione, vediamo come:

1) istalliamo l’utility ifenslave, necessaria per il bonding e l’unbonding (permettetemi il newlogismo) delle schede ethernet:

apt-get install ifenslave-2.6

2) creare il file /etc/modprobe.d/bond contenente, per ogni interfaccia bond da creare, le riga:

alias bondx bonding

options bondx mode=0 miimon=100

dove x=0,1,2,3… a seconda dell’interfaccia bond. Per il significato dei valori mode, miimon e degli eventuali altri consultate questo link.

3) Configuriamo i parametri di rete modificando il file /etc/netwok/interfaces.

Attenzione: Per prima cosa DOBBIAMO ELIMINARE qualsiasi configurazione delle schede ethernet poichè queste fanno parte dei nuovi device bond.

configuriamo un device bond (es. bond0) che “ragruppa” due schede ethernet (es. eth0 e eth1), inserendo le seguenti righe ( i valori sono casuali, metteteci i vostri):

auto bond0

iface bond0 inet static

address 192.168.1.2

netmask 255.255.255.0

network 192.168.1.0

broadcast 192.168.1.255

gateway 10.184.250.1

post-up ifenslave bond0 eth0 eth1

pre-down ifenslave -d bond0 eth0 eth1

ottimo! Diamo un bel /etc/init.d/networking restart.

Annunci